Home Potatura e forme di allevamento

Potatura e forme di allevamento

Gestire il frutteto attraverso la scelta delle forme di allevamento e di potatura più idonee alle diverse varietà frutticole

cambiamenti climatici

Irrigazione, i cambiamenti climatici ne accelerano l’innovazione

La crisi climatica in atto ha ulteriormente fatto accrescere le esigenze irrigue rendendo la relazione frutteto/irrigazione una condizione ormai imprescindibile. La ricerca e l’innovazione sono sempre alla ricerca di nuove soluzioni capaci di adattarsi alle nuove esigenze dei frutteti nel rispetto della risorsa idrica
Moria dell'actinidia

La Moria dell’actinidia preoccupa tutti gli operatori della filiera

La Soi, Società di ortoflorofrutticoltura, ha fatto il punto sulla diffusione, le cause e le pratiche da mettere in campo per contenere la Moria dell'actinidia, una fisiopatia che sta diventando sempre più preoccupante. Tra gli interventi di lungo periodo, il miglioramento della struttura del suolo e l'irrigazione di precisione giocano un ruolo strategico
irrigazione

Irrigazione di precisione del frutteto, serve un cambio di passo

L’irrigazione di precisione si può raggiungere solo integrando le conoscenze di ecofisiologia del frutteto con le innovazioni tecnologiche (es. “Information Communication Technology” - ICT e “Internet of Things” - IoT), che rendono possibile il monitoraggio costante dei parametri del sistema suolo-pianta-atmosfera. Ecco i risultati delle prove sull’ottimizzazione dell’irrigazione di diversi frutteti condotte nell’ambito delle attività del progetto Tras.Irri.Ma e Life AgroClimaWater
melograno

Melograno intensivo, quali prospettive per questa coltura?

Il melograno da alcuni anni ha trovato nuova vitalità nella coltivazione in impianti intensivi. Si tratta di un fuoco di paglia oppure esistono solide prospettive? A questa domanda ha voluto offrire risposte un webinar organizzato da Arptra e Fruit Communication
cerasicoltura pugliese

Cerasicoltura pugliese, il vaso multiasse ha portato buoni risultati

Questa forma di allevamento facilita la gestione della chioma e consente l’adozione di moderni sistemi di protezione dagli eventi atmosferici avversi. L’unico vincolo è il portinnesto magaleppo
cascola negli agrumi

Agrumi, la cascola fisiologica dei frutti è difficile da controllare

La fase iniziale di accrescimento degli agrumi si conclude con la cascola fisiologica dei frutti nel mese di giugno. Una fase influenzata da molti fattori difficili da controllare. Tuttavia, un’attenta gestione delle tecniche colturali può sicuramente attenuare il fenomeno
Pere Abate Fetel

Pere Abate Fetel, nuove tecniche in prova per migliorare la produttività

Il Consorzio Opera® ha avviato da circa due anni un progetto di ricerca finalizzato a individuare tecniche innovative pre- e post-raccolta per aumentare la quantità, la qualità e la conservabilità dei frutti

E-magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende
E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori

Bottone #1

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

gelo

Friuli sottozero, salvi solo i frutteti con antibrina

Gelata notturna in Friuli Venezia Giulia: colpiti frutteti in tutta la pianura. Danni pesanti su melo, pesco, kiwi e forse vite. Peter Larcher (Azienda “Pomis”):«La differenza tra gli impianti di melo con irrigazione antibrina e quelli senza è evidente»

Xylella, nuovi protocolli di convivenza negli oliveti pugliesi

Misure fitoiatriche, gestione del cotico erboso, contrasto all’insetto vettore, potatura periodica: i criteri operativi in corso di applicazione in Puglia nelle aree interessate dal batterio sembrano utili a contrastarne la diffusione e restituire alle piante infette nuova efficienza.

Il gelo si abbatte sui frutteti. Danni imponenti sulle drupacee

Il picco termico e la durata del fenomeno hanno causato gravi danni su molte delle principali colture frutticole. Il prezzo più caro lo pagheranno le drupacee e in particolare le albicocche, che si trovavano già in fase di sviluppo dei frutticini, molto delicati per l'elevata idratazione. Ecco la situazione in Emilia-Romagna e Lombardia
costi produzione nocciolo

Nocciolo, i costi di produzione fanno la differenza

La domanda mondiale in crescita spinge all'espansione delle superfici a nocciolo. Tuttavia, questa coltura sconta una lenta entrata in produzione che si traduce inevitabilmente in tempi di recupero dei capitali investiti piuttosto lunghi
parole

Parole, parole, parole

Come sempre la Rivista di Frutticoltura inizia il nuovo anno editoriale parlando dei due più importanti settori della frutticoltura meridionale italiana: uva da tavola e agrumi. Aprono i due dossier altrettanti editoriali affidati ad autorevoli esperti dei rispettivi comparti. Cosa pensare? Cosa dedurne? Le difficoltà non mancano e i motivi...
albicocco

Albicocco: innovazioni varietali non sufficienti alla redditività

Problemi bio-agronomici, ma anche di organizzazione produttiva
agrumi

Irrigazione degli agrumi strategica per produrre qualità

Gli agrumi comprendono un gruppo di specie capaci di economizzare acqua, superando periodi prolungati di siccità, grazie alla combinazione di fattori anatomici e fisiologici che limitano il trasporto dell’acqua nella pianta. La tecnica irrigua, da un punto di vista agronomico, tende a ristabilire le perdite provocate da evaporazione e...
castanicoltura piemontese

Nuova castanicoltura piemontese: impianti intensivi e innovazione varietale

Il Centro Regionale di Castanicoltura del Piemonte è un chiaro e lungimirante esempio di come la ricerca abbia creduto in una specie che, finora, è stata poco considerata dalla frutticoltura moderna, specie rimasta pressoché esiliata all’areale collinare e medio-montano e destinata ad un lento declino. Declino che sarà inevitabile...
offerta pere

Cause strutturali nella crisi 2019: carente l’organizzazione dell’offerta di pere

Dopo la campagna 2019 si rischia di dare tutte le colpe a cimice asiatica e maculatura bruna o al clima che cambia. Manca in realtà anche una forte disciplina produttiva sul piano organizzativo, capace di gestire quantità, qualità, prezzi
pero

Pero, una coltura in allerta. Reagire insieme contro le calamità

La produzione di pere già in fase previsionale, a metà luglio, si prospettava deficitaria a causa di un andamento climatico non favorevole alla coltivazione. Le previsioni di produzione stimate a quell’epoca e basate sulla conta dei frutti in un campione rappresentativo di aziende, indicavano un’offerta 2019 di circa 511.000...
css.php