Ortofrutta, Cia: recuperare gap nella logistica con il Pnrr

ortofrutta distribuzione
Nel webinar organizzato con la media partnership di Terra e Vita, Cia agricoltori italiani pone l'accento sui gap infrastrutturali della logistica e dello stoccaggio che penalizzano lo sviluppo e il rilancio dell'ortofrutta italiana sui mercati interni ed esteri

Con un quarto della produzione agricola nazionale per un valore di 15 miliardi di euro, l’ortofrutta si conferma un comparto cruciale del Made in Italy. Eppure le potenzialità di sviluppo e rilancio sui mercati interni ed esteri sono enormi, perché da un lato l’ortofrutta sconta ancora un gap infrastrutturale con criticità nella logistica e nelle fasi di stoccaggio e distribuzione, e dall’altro soffre una crescente pressione competitiva globale con un progressivo peggioramento nel rapporto concorrenziale con altri Paesi produttori.

Due questioni da capovolgere con strategie di sistema per sfruttare al meglio anche il cambiamento impresso dal Covid alle abitudini di consumo, con la metà delle famiglie che acquista frutta e ortaggi perché necessari a una dieta varia ed equilibrata (27%) e perché salutari (23%). Controllando sempre la stagionalità (63%), evitando gli sprechi (59%) e preferendo i prodotti freschi ai confezionati e surgelati (59%) dall’inizio della pandemia. È quanto emerge dall’ultimo webinar “Il valore nell’ortofrutta, dalla filiera al sistema” organizzato da Cia-Agricoltori Italiani con la media partnership di Terra è Vita...

Leggi l'articolo completo uscito su Terra e Vita

Ortofrutta, Cia: recuperare gap nella logistica con il Pnrr - Ultima modifica: 2021-05-20T16:48:01+02:00 da Rivista di Frutticoltura e Ortofloricoltura

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome