Robot Slopehelper, un nuovo concetto di cura del frutteto

robot slopehelper
Robot agricolo rivoluzionario e completamente autonomo progettato per coprire l'intero ciclo agricolo nei frutteti e nei vigneti

Secondo l’ultima indagine Eurostat, in materia di coltivazioni da frutto, l’Italia si posiziona al secondo posto in Europa, con 39.700 ettari di terreno dedicati ai soli vigneti di uva da tavola e ben del 21,6% della superficie europea atta alla coltivazione di frutta.

Un settore, dunque, con grandi ripercussioni economiche che sta vivendo un’epoca di cambiamenti legati ad innovazione, digitalizzazione, sostenibilità, e alla manodopera.

La cura tradizionale

Se volessimo identificare il parametro più rilevante relativo alla coltivazioni di frutteti e vigneti in base a quello che è l’approccio tradizionale, la nostra scelta cadrebbe sulla velocità.

Ma perché? Il risparmio di tempo nel compiere operazioni spesso ripetitive porta ad un risparmio economico anche a discapito della qualità.

La ragione di questo approccio, basato sulla riduzione dei tempi, è frutto dell’elevato costo della manodopera e delle attrezzature.

Le caratteristiche del robot Slopehelper

Slopehelper è una macchina semovente elettrica per vigneti e frutteti, completamente autonoma e che consente una notevole riduzione della manodopera , grazie all’uso dell’intelligenza artificiale.

Un unico operatore sarà in grado di gestire e monitorare tutte la fasi della lavorazione da remoto, anche di più macchine. Questo permette l’accesso alle agevolazioni previste per “Agricoltura 4.0” e ai finanziamenti agevolati ove previsti. Una volta ceseguita una semplice modellazione geometrica del campo, la macchina lavorerà autonomamente basandosi sul proprio algoritmo.

Perché utilizzare Slopehelper è vantaggioso

Zero emissioni

Dato che Slopehelper è una macchina elettrica, il più evidente beneficio per gli agricoltori, ma soprattutto per l’ambiente, sono le zero emissioni perché non utilizza ne carburante ne olio idraulico. In termini economici, il costo inferiore a 6 euro per la completa ricarica delle batterie (che assicurano delle 8 alle 14 ore di lavoro) sono un chiaro vantaggio competitivo.

Riduzione dell’uso di sostanze chimiche

Anche l’adeguamento alla Direttiva 2009/128/CE dell’unione Europea (e future) in materia di pesticidi risulterà più agevole ed economico, poiché Slopehelper è pensato per ridurre drasticamente l’utilizzo di fungicidi e pesticidi. Grazie a questo sistema una svolta “green” è davvero a portata di mano.

Motore silenzioso e riduzione della manodopera

Il funzionamento elettrico di Slopehelper permette anche durante le ore notturne poiché il suo motore non è rumoroso.

Infine, l’agricoltore risparmierà sulla quota destinata al salario dei conducenti e alle spese di manutenzione, andando addirittura a incrementare la qualità del lavoro, con risultati molto più simili alle lavorazioni manuali.

Slopehelper apre una nuova strada, un nuovo modo di prendersi cura delle proprie coltivazioni: la possibilità di ottenere risultati di qualità ad un costo ridotto e di portare la propria produzione ad un livello superiore, che sia davvero bio e competitiva, è finalmente possibile.

Slopehelper con tosaerba
Robot Slopehelper, un nuovo concetto di cura del frutteto - Ultima modifica: 2022-03-22T16:21:52+01:00 da Rivista di Frutticoltura e Ortofloricoltura

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome