Le orticole verso il ribasso

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 18 al 25 gennaio)

L’andamento delle quotazioni sui mercati appare abbastanza stabile con una certa tendenza al ribasso – esistono tuttavia eccezioni anche notevoli al rialzo. In generale i prezzi delle orticole si mantengono abbastanza elevati – anche in Spagna le raccolte sono fortemente condizionate dal maltempo e dalle basse temperature che hanno in precedenza colpito tutte le zone di produzione (Almeria, Murcia).

L’andamento delle quotazioni sui mercati appare abbastanza stabile con una certa tendenza al ribasso – esistono tuttavia eccezioni anche notevoli al rialzo.
In generale i prezzi delle orticole si mantengono abbastanza elevati – anche in Spagna le raccolte sono fortemente condizionate dal maltempo e dalle basse temperature che hanno in precedenza colpito tutte le zone di produzione (Almeria, Murcia). Durante la settimana si è avuto un cospicuo ribasso dei prezzi dei carciofi – i violetti standard sono infatti precipitati, lo stesso per i violetti Te.Ma. (Sardegna: 0,25-0,35 per unità) e per le tipologie spinose (0,28-0,35 euro unità) – i romaneschi extra a 1,40-1,50 euro per capolino.

In basso anche i prezzi dei cavolfiori e dei cavoli broccoli – specie entrambe caratterizzate da un’offerta sostenuta. Molto ricercate e poco offerte le melanzane, che hanno avuto quotazioni che sono schizzate in alto (questo prodotto manca anche in Spagna). Abbastanza rari anche i peperoni, che hanno avuto un rialzo anche rilevante. I pomodori sono stabili con l’eccezione dei ciliegini, che dopo settimane di prezzi soddisfacenti hanno perso oltre 20 cent/kg. Le zucchine rimangono su quotazioni eccezionalmente alte pur con un leggero ribasso (10 cent circa).

Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome