Quattro nuove pere selezionate con l’Università di Bologna pronte per la commercializzazione

nuove pere

Intenso programma di lavoro per il CIV-Consorzio Italiano Vivaisti di San Giuseppe di Comacchio (Fe) in occasione della prima edizione del Salone internazionale della pera – Futurpera che si è tenuto il 19, 20, 21 novembre scorso a Ferrara Fiere. Innovazione e sostenibilità sono le direttrici della ricerca genetica CIV nel campo della pera. Il Consorzio ferrarese è impegnato nell’innovazione varietale attraverso la collaborazione nel programma di “breeding” con il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Bologna che nel corso di diversi anni di partnership ha prodotto il rilascio di quattro nuove varietà identificate dai nomi varietali e dai marchi: PE1UNIBO*Lucy Sweet®, PE4UNIBO*Lucy Red®, PE2UNIBO*Early Giulia® e PE3UNIBO*Debby Green®. Si tratta di frutti che si caratterizzano per la precocità di maturazione, buona produttività e conservabilità in atmosfera refrigerata.

Il CIV, oltre allo sviluppo varietale e al breeding, è largamente coinvolto nella sperimentazione di nuovi materiali derivanti sia dalla partnership con l’Università di Bologna, con la quale testa ogni anno nuove selezioni, sia da altri breeder internazionali come nel caso della pera Cheeky (proprietà di ARC Infruitec Sud Africa) per la quale il CIV è sperimentatore unico in Italia.  “Siamo inoltre coinvolti nel programma di miglioramento genetico dei portainnesti di pero con il centro di ricerca East Malling Research (UK) – afferma il direttore del CIV Marica Soattin – e riponiamo inoltre molte energie nella certificazione, per avere sempre materiali sani e garantiti per i vivaisti e per i produttori”.

Il Consorzio Italiano Vivaisti - CIV è leader in Italia nell’innovazione varietale e nella produzione di materiali di propagazione certificati. Attivo dal 1983, è composto dai tre vivai italiani leader nel settore: Vivai Mazzoni, Salvi Vivai, Tagliani Vivai. Attraverso la sinergia, l’esperienza e investimenti importanti nella ricerca, CIV è in grado di offrire prodotti all’avanguardia e più rispondenti alle esigenze del mercato. Nel complesso i tre vivai producono ogni anno circa 5 milioni di portinnesti, 3,5 milioni di piante di mele, pere e drupacee, 150 milioni di piante di fragola. Il CIV, è impegnato da anni a selezionare varietà che possono fornire produzioni di alta qualità con ridotto fabbisogno energetico e basso impatto ambientale. CIV è un membro fondatore dell’International New-varieties Network (INN), associazione mondiale di vivai che promuove lo scambio, la valutazione e la commercializzazione di nuove varietà nelle principali aree di produzione nel mondo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome