Il caso Campania

I melicoltori innovano le tecniche per aumentare qualità e quantità

Nuovi disciplinari di produzione per la mela Annurca

In un momento in cui i costi di produzioni vanno tenuti attentamente sotto controllo per far fronte di una situazione economica poco florida, testimoniata anche dalla stagnazione dei prezzi di vendita, diventa fondamentale massimizzare le performance produttive di qualsiasi specie vegetale, anche dei prodotti a marchio come la “Melannurca Campana” IGP. E’ quanto ci riferisce Giuseppe Giaccio, Presidente del Consorzio “Melannurca Campana”, che ci spiega come sta evolvendo la tecnica colturale di questo importante prodotto tipico regionale. I nuovi impianti si basano su forme di allevamento innovative per questa specie, quali il fusetto, già molto conosciute nelle regioni settentrionali vocate alla coltivazione di mele. Completamente abbandonata la classica forma “a vaso” e sempre meno scelta la tradizionale palmetta. I vantaggi della nuova forma di allevamento si riflettono, in primo luogo, sulla maggiore produzione conseguibile già a partire dal terzo anno d’impianto. Con la palmetta, spiega Giaccio, le piante entrano in produzione più lentamente, mentre utilizzando la forma a fusetto la carica produttiva è elevata da subito. Inoltre, la maggiore quantità di illuminazione che raggiunge i frutti consente una migliore colorazione degli stessi ed una sosta più breve in melaio, con i conseguenti benefici economici. La forma a fusetto richiede anche una potatura molto limitata con solo pochi interventi “correttivi” nei primi anni di allevamento. Questa tecnica di potatura, continua il nostro interlocutore, è poco onerosa ed è ampiamente diffusa nei comprensori melicoli del nord. Va aggiunto che anche in presenza di forme di allevamento a palmetta i frutticoltori si stanno orientando verso interventi di “sfoltimento” finalizzati a migliorare la penetrazione della luce anche all’interno delle piante per favorire la colorazione dei frutti già sulla pianta. Le forme a fusetto, tra l’altro, sono coltivate ad una maggiore densità.

Allegati

Scarica il file: I melicoltori innovano le tecniche per aumentare qualità e quantità
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome