Ortofrutta

uva

Uva da tavola, il miglioramento genetico non si ferma

Maggior resa, resistenza alle malattie, miglioramento delle caratteristiche estetiche e organolettiche, oltre alla capacità di sopportare meglio gli stress dovuti a manipolazione, stoccaggio e spedizione. Queste le principali direttrici lungo le quali si sviluppa la ricerca di nuove varietà di uva da tavola. Il punto sulla situazione sarà fatto durante l'ottavo simposio internazionale dell'uva da tavola. Ecco un'anticipazione
uva

Uva da tavola, novità per la gestione del post raccolta

Ecco alcune anticipazioni delle più recenti sperimentazioni di tecniche innovative per conservare l'uva da tavola dopo la raccolta, di cui si discuterà in maniera approfondita durante l'ottavo simposio internazionale dell'uva da tavola in programma dall'1 al 7 ottobre in Puglia e Sicilia
uva

Uva da tavola, innovazione unica via per il rilancio

Il professor Vittorino Novello, docente di Viticoltura alla Facoltà di Agraria dell’Università di Torino fa il punto sulla filiera italiana dell'uva da tavola e anticipa i temi principali che saranno trattati all’ottavo simposio internazionale in programma dall’1 al 7 ottobre in Puglia e Sicilia
uva

Uva da tavola, scommettere sul rinnovamento varietale

Da prima produttrice ed esportatrice al mondo di uva da tavola, nel giro di quindici anni l’Italia è scesa all’ottavo posto per volumi prodotti e al terzo per spedizioni oltreconfine. Le superfici coltivate si sono ridotte, mentre a livello globale il consumo è cresciuto. Le cause di questo declino sono molteplici, ma la resistenza degli imprenditori agricoli italiani all’introduzione di nuove cultivar è considerata da più voci la principale. E proprio di come fare per rilanciare questo importante comparto della frutticoltura made in Italy si parlerà durante l’ottavo simposio internazionale dell’uva da tavola in programma dall’1 al 7 ottobre in Puglia e Sicilia, le due regioni italiane più vocate a questa produzione
fragola

Buona ripresa della fragolicoltura: crescono consumi ed export

Basilicata, Campania e Veneto si contendono il primato. Forte incidenza del rinnovamento varietale. Permangono le oscillazioni dei prezzi. Il valore aggiunto del prodotto “made in Italy”.

Fragola e piccoli frutti, un’altra annata difficile a causa del clima

Semmai fosse necessaria una conferma, l’annata 2017 sta evidenziando, ancora una volta, come la fragola sia fortemente a rischio climatico.
arance

Si riaffacciano sul mercato le arance Navel

La nuova primavera delle arance ombelicate

E-magazine

Riviste digitali di approfondimento gratuite E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori
a cura di Dulcinea Bignami

Bottone #1

Bottone #2

Bottone #3

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli AgriAffaires
futuro

Frutticoltura, verso il futuro con le nuove tecnologie multifunzionali e digitali

Ci sono almeno due buoni motivi per sostenere l’iniziativa di Edagricole/New Business Media “Nova agricoltura in frutticoltura” (appuntamento a Copparo di Ferrara il 28 giugno prossimo; ndr).
ortofrutta

Ortofrutta biologica, il punto alle Giornate Tecniche di Catania

Ricerca, divulgazione, produzione nell'ortofruttaOrtofrutta biologica, il punto alle Giornate Tecniche di Catania
susino

XI Simposio internazionale del susino: nuovo interesse per le varietà europee

Ricerca di varietà a maturazione precoce e di elevati standard qualitativi per il susino cino-giapponese; nuove varietà e portinnesti tolleranti o resistenti a Sharka, impianti ad alta densità e coperture antinsetto per il susino europeo. Soprattutto, maggior qualità del frutto per assecondare le forti richieste del mercato. Report dall’ultimo simposio dell’ISHS.

Nuova organizzazione, più servizi ai soci, più reti di comunicazione

Un ricco futuro per la Società di Ortoflorofrutticoltura italiana
impianti

I portinnesti per gli impianti nei terreni sciolti della Pianura Padana

ciliegio

Cresce l’interesse per le varietà Sweet dell’Università di Bologna

Continuità di raccolta nell’arco della stagione, frutti di alta qualità, bell’aspetto e tenuta elevata: le ciliegie “made in Unibo” piacciono sempre di più. Essendo varietà di alto pregio ed elevata potenziale redditività è preferibile l’adozione di sistemi di copertura antipioggia o multifunzione. La gamma si allarga con la nuova Sweet Stephany® a maturazione tardiva.
portinnesti

Riflessioni sulla difesa fitosanitaria delle colture

fertilizzazione

Fertilizzazione degli agrumi: la sperimentazione nel Metapontino

Conoscere la dinamica di assorbimento degli elementi nutritivi
css.php